Gravidanza a 17 anni: cosa significa per una donna?

La gravidanza a 17 anni può causare seri problemi, in quanto a questa età il corpo non ha ancora finito il suo sviluppo, quindi rimare incinta potrebbe procurare danni a livello organico e a livello funzionale.

La confusione dei 17 anni
Scoprire di avere un bambino quando si è appena usciti da quella fase di vita, non è così semplice. Molte ragazze a 17 anni non comprendono che portare a termine una gravidanza comporta una scelta rivoluzionaria nella propria vita. A quell’età non si ha ancora consapevolezza del proprio corpo o degli enti preposti per avere un supporto. Insomma a quell’età si possono fare scelte sbagliate e l’unica soluzione plausibile può sembrare essere l’interruzione di gravidanza. Ma un bambino non chiede di essere concepito, per questo motivo è giusto parlarne in famiglia e qualora questa sia disposta a supportare la nascita e l’adolescente, bisogna rivolgersi agli enti giusti.

I cambiamenti
Le donne in questo caso devono mettere in preventivo che la loro vita cambierà, non è come nelle favole che tutto andrà bene, anzi devono fare i conti con una realtà che plausibilmente le allontanerà dalla vita che fino a quel momento hanno svolto. E’ vero che le adolescenti avranno comunque una famiglia alle spalle, ma dal giocare con le bambole si ritroveranno a crescere un figlio, quindi non solo dovranno avere a che fare con i propri impegni quali ad esempio la scuola da portare a termine e cercare di costruirsi un futuro, ma dovranno allo stesso tempo crescere un bebè che avrà esigenze e tempistiche che limiteranno di molto la classica vita adolescenziale; composta da impegni quali scuola, sport, amici e divertimento.

La scelta in base all’età
In genere la gravidanza è un momento di gioia nella vita di una donna, ma lo è nel momento in cui madre e padre sono pronti ad accogliere l’arrivo della cicogna in quanto hanno delle solide basi per potersene occupare. Per quanto riguarda le donne-adolescenti non è sempre così, infatti tantissime giovanissime si rivolgono al consultorio comunale per effettuare l’interruzione di gravidanza.

Il Centro Aiuto per la Vita
Il CAV è presente in tutte le regioni italiane. I volontari presenti forniscono tutto il supporto psicologico e materiale alle ragazze (e alle famiglie) che hanno deciso di portare a termine una gravidanza e di crescere il bambino facendolo rimanere nel proprio ambiente

Le precauzioni
Ci sono modi per non dover subire tutti questi cambiamenti, che una ragazza a 17 anni dovrebbe conoscere. Per prima cosa è importante che tutte le ragazze in fase adolescenziale, soprattutto se attive sessualmente, creino un rapporto di fiducia con il loro ginecologo. Ciò comporterà l’indicazione ed eventualmente la prescrizione delle pillole anticoncezionali, come ad esempio le Yasminelle, che le proteggeranno da eventuali gravidanze e conseguenti aborti. Successivamente è importante che le ragazze capiscano l’importanza di assumere queste pillole, magari spiegando loro non solo le conseguenze di una gravidanza indesiderata, ma anche i problemi legati ad essa, come la modificazione corporea o i problemi che un’età così giovane può creare al feto. Ovviamente come se non bastasse, bisogna far capire loro l’importanza di proteggersi e far proteggere in ogni rapporto sessuale, magari anche facendo utilizzare al proprio fidanzato il preservativo.

 

Related posts

Rispondi