Carne rossa e tumori, i nuovi dati dell’OMS (Organizzazione mondiale della sanità)

La carne fa male?

Dall’ultimo rapporto dell’ OMS (Organizzazione mondiale della sanità) si è appreso che la carne rossa farebbe male all’organismo. Questa dichiarazione, come sempre terrorizza l’intera popolazione appoggiando e sostenendo tutti coloro che hanno ormai modificato il proprio stile di vita convertendosi al vegetarismo al veganismo.

Studi scientifici hanno dimostrato che effettivamente i vegetariani presentano uno stato di salute migliore rispetto al resto della popolazione; non è stato tuttavia dimostrato se ciò dipende dal non consumo di carne o più generalmente da uno stile di vita globalmente più sano; molti vegetariani, infatti, non sono solo attenti all’alimentazione, ma evitano anche l’alcol, il fumo e praticano regolarmente attività fisica.

Una dieta vegetariana, da evidenze scientifiche può garantire, senza indugi, un corretto apporto di tutte le sostanze nutritive; anche se la carne è una vera e propria fonte di proteine ad alto valore biologico essa infatti contiene, vitamine A, B1, B12, niacina, ma anche di sali minerali quali ferro e zinco, per questo motivo i vegetariani devono sostituirla con altri alimenti che presentino le stesse qualità nutrizionali; al contrario nella dieta vegana, l’eliminazione di qualsiasi alimento di origine animale sia esso yogurt,uova,pesce ecc, senza adottare i dovuti accorgimenti (integratori di Vit B12),  può ricondurre facilmente a un mancato apporto di principi nutritivi fondamentali per l’organismo.

E’ bene precisare, che con l’ultimo report, l’ Oms non ha voluto far terrorismo sul consumo di carne, ma ha semplicemente confermato le raccomandazioni del 2002, nelle quali non si vieta il consumo di carne rossa, ma si consiglia di ridurre al minimo il consumo di quelle trasformate e lavorate (salumi, insaccati e carne in scatola), per poter ridurre il rischio di tumore.

Related posts

Rispondi