Come prevenire un attacco d’ansia ecco cosa fare

Gli attacchi di ansia possono verificarsi in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo. Spesso sono di tipo “anticipatorio” significa che spesso si avverte un attacco prima che ci colpisca completamente. Si sente montare una grande angoscia che sfocia anche in un attacco di panico che svanisce successivamente in modo lento.

Durante quei primi momenti in cui si percepisce che sta arrivando un attacco, non è insolito fare tutto il possibile per cercare di fermarlo. Spesso è proprio l’attesa che porta ad ansia e tensione che genera il panico. La buona notizia è che ci sono diverse strategie che puoi usare per cercare di prevenire un attacco di ansia. Le esploreremo in questo articolo.

Cosa scatena un attacco d’ansia

E’ la tua stessa paura dell’ imminenza dell’arrivo del panico che scatena la stessa ansia

  • questa sensazione tii fa divenire eccessivamente sensibile al tuo corpo, perché presti attenzione al modo in cui ti senti per indovinare quando un attacco stia per arrivare.
  • Ti fa provare ansia perché la tua paura crea una costante fonte di preoccupazione. Quell’ansia ti rende anche più incline agli attacchi di panico.
  • Si presentano sintomi fisici come il battito cardiaco accelerato, l’ iperventilazione ed una sensazione di morte imminenti che spaventano moltissimo generando ancor di piu’ ansia.

Pensa agli attacchi d’ansia come a una reazione a cascata. Spesso il problema più grande è il modo in cui reagisci a questi eventi. Percepisci un cambiamento nel tuo corpo, a esempio un aumento della frequenza cardiaca, ti preoccupi davvero perché credi che sia qualcosa di grave. Questo nervosismo aumenta la tua ansia e inonda il tuo corpo di adrenalina. Ti fa respirare più velocemente, ciò provoca ulteriori sintomi, che provocano più preoccupazioni, ed il circolo vizioso cresce. Come se ne esce?

Come si fronteggia il Panico

È importante rendersi conto che la maggior parte degli attacchi di ansia sono in realtà la risposta a ciò che ci si aspetta che accada. “Interrompere questo corto circuito è la chiave per iniziare a fronteggiare un attacco di panico o di ansia“, sottolinea la dottoressa Claudia De Masi, psicoterapeuta specializzata in terapia breve strategica perfezionata da Giorgio Nardone e Paul Watzlawick

La seconda cosa da notare è che il focus non dovrebbe essere quello di prevenire completamente l’attacco, almeno non all’inizio. In un primo momento, il tuo obiettivo dovrebbe essere semplicemente quello di ridurre la gravità e la frequenza degli attacchi. Gli attacchi di panico sono difficili da fermare subito, ma se li indebolisci diventano meno inquietanti, il che a sua volta ti renderà più facile prevenirli.

Infine, uno dei maggiori problemi degli attacchi è la paura che qualcos’altro sia la causa; ad esempio potresti pensare a problemi di salute gravi, ad un infarto quando senti un dolore al petto. Ecco perché sarebbe buona cosa andare da un medico per un checkup completo ed escludere questa possibilità che potrebbe tranquillizzarti.

I pessimisti cronici potrebbero pensare però che il medico si sia sbagliato che c’è qualcosa che è sfuggito nelle analisi. L’ansia per lo stato di salute è un sintomo comune di coloro che soffrono di questa patologia psicologica.

Come prevenire gli attacchi di ansia

Senti il ​​tuo battito cardiaco aumentare. Senti un brivido freddo scendere la spina dorsale. Senti che la tua ansia aumenta drammaticamente. Sai che sta arrivando un attacco d’ansia. Cosa  fare?

Ricorda, gli attacchi d’ansia sono spesso il risultato della tua stessa reazione. Diventano peggiori se ti concentri su di loro e li temi. Ecco perché, quando arriverà un attacco di ansia, devi provare a fare le seguenti cose:

Inizia a distrarti

Più puoi “uscire dalla tua stessa testa”, più debole sarà il tuo attacco d’ansia. Naturalmente, questo è più facile a dirsi che a farsi. Nelle prime fasi di un attacco di ansia, sei probabilmente concentrato a notare ogni piccolo cambiamento nel tuo corpo che possono causare stress e disagio.

Ma in qualche modo devi smettere di concentrarti su questa cosam. Trovare una buona distrazione può essere difficile. Ecco alcuni esempi di cose che funzionano per alcune persone:

  • Chiamare qualcuno via telefono: èmolto difficile pensare ai propri problemi quando si è al telefono con qualcuno. Devi pensare a cosa dire, devi ascoltare quello che sta dicendo l’altra persona. Se hai qualcuno che puoi chiamare, fallo.
  • Parlarne : se sei con qualcuno di persona o al telefono, condividi tutto quello che hai in mente. Non preoccuparti per la loro reazione. La parte più difficile del controllo di un attacco di ansia è cercare di farlo senza che nessuno se ne accorga. È nel tuo miglior interesse lasciar perdere tutto, piuttosto che cercare di nascondere ciò che stai pensando e sentendo.
  • Esercizi mentali: alcune persone scelgono di fare esercizi mentali – come darsi dei problemi di matematica da risolvere, o immaginare cose strane e provare a creare storie intricate. Gli esercizi mentali possono darti abbastanza da pensare che ti distraggono.

Non esiste una strategia sbagliata, quindi non dovresti limitarti a queste scelte. Tutto ciò che ti distrae in modo efficace dal tuo attacco d’ansia è prezioso.

Respirazione lenta

Un altro fattore chiave di un attacco di ansia è la respirazione. Il modo in cui respiri è uno dei motivi principali per cui gli attacchi d’ansia diventano così gravi.

L’ “iperventilazione” è la causa principale di molti diversi sintomi di attacco di ansia, tra cui:

  • Dolore al petto.
  • Battito cardiaco accelerato.

Contrariamente alla credenza popolare, tuttavia, il problema con l’iperventilazione non è che non stai prendendo aria. Il problema è che stai rilasciando anidride carbonica troppo velocemente. Il tuo corpo ha effettivamente bisogno di anidride carbonica, e quando si respira troppo velocemente o si inspira troppo, si altera l’equilibrio. Quindi calmati e respira lentamente.

Fai una passeggiata

Nelle fasi successive degli attacchi di panico, alcune persone si sentono così deboli da faticare a camminare. Ma nelle prime fasi del tuo attacco d’ansia è possibile andare in giro, e se puoi, dovresti provare a fare un po ‘di camminata.

Fare una passeggiata ti farà scorrere il sangue e aiutare il tuo corpo a respirare un po ‘più facilmente. Fornisce anche un po ‘di distrazione mentale e ti aiuterà a controllare parte dell’energia in eccesso che viene durante gli attacchi d’ansia. Alcune persone provano anche a fare jogging nelle prime fasi, ma altri ritengono che ciò accresca il loro stress.

 

Related posts

Rispondi