Spray termoprotettivi per capelli: a cosa servono? come utilizzarli e quali scegliere

Spray termoprotettivi per capelli

Tutte le donne e non solo, quotidianamente combattono per avere una chioma perfetta; capelli folti, idratati, resistenti e luminosi rientrano tra i  desideri che accomunano un po’ tutte, ma spesso, purtroppo, raggiungere tali risultati non è così semplice. Alimentazione equilibrata in supporto ad integratori alimentari, lavaggi non frequenti, riduzione al minimo di piastre, ferro, tinture varie e l’utilizzo di prodotti specifici e non troppo aggressivi, possono favorire il benessere dei nostri capelli.

Tra i prodotti che contribuiscono al mantenimento della salute dei nostri capelli ritroviamo: i termoprotettori, in spray e in crema, che applicati sui capelli formano un leggero film protettivo intorno ad essi, limitando il più possibile i danni provocati dal calore (doppie punte, capelli inariditi e punte bruciate) proteggendoli così dall’eccessivo utilizzo di phon, piastre, ferro e sole soprattutto in estete e riducendo al minimo lo stress e il danneggiamento a cui sono sottoposti quotidianamente i nostri capelli.

Quali e come sceglierli?

In commercio ne esistono moltissimi, con e senza siliconi, alcuni sono in grado di proteggere i capelli fino ad una temperatura di 180° C, altri fino ai 230° C, ovviamente, questo tipo di scelta dipende dalla tipologia di capello e dal tipo di utilizzo che si fa della piastra e del phon; più precisamente, chi ha un capello liscio naturale, utilizzerà la piastra ad una T non superiore ai 180°C e quindi può optare per la scelta di un termoprotettore corrispettivo a tale T, invece, chi ha capelli crespi e ricci, utilizzando una T della piastra superiore ai 200° C, dovrà utilizzare un termoprotettore che garantisca una maggiore protezione.

Per la scelta, ovviamente, è necessaria la lettura dell’ INCI, noi vi consigliamo l’utilizzo di prodotti bio, perchè quelli contenenti siliconi, potranno sembrare più efficienti ma con l’andare del tempo e con l’uso prolungato, potrebbero inaridire i vostri capelli.

Come applicarli?

I termoprotettori possono essere utilizzati in diverse modalità; basterà leggere sulla confezione l’utilizzo proposto dalla casa produttrice, alcune consigliano la vaporizzazione su capelli bagnati, altre invece dopo l’uso del phon; noi vi consigliamo di applicarli subito dopo lo shampoo e prima di pettinare i capelli, perchè è bene ricordare che la chioma può essere danneggiata non solo dal calore ma anche dall’uso di spazzole e pettini troppo aggressivi.

Naturalmente, è opportuno precisare che la migliore soluzione per non danneggiare i capelli resta sempre quella di evitare del tutto o almeno limitare l’uso quotidiano di piastre, phon e arricciacapelli che facciano uso di temperature troppo elevate, cercando si assecondare la loro natura, ma se proprio non potete farne a meno, è bene correre ai ripari usando questi prodotti protettivi.

Come realizzare uno spray termoprotettivo FAI- Da- TE

Ingredienti

– 1 Cucchiaino di balsamo privo di siliconi;
– 1 Cucchiaino di gel d’aloe vera;
– 30 gocce di Coco Caprylate;
– 10 gocce di Olio essenziale di Limone;

– 5 gocce di Olio essenziale di Rosmarino;

– 90 g di Acqua demineralizzata.

Procedimento

  1. Prendere un contenitore e inserire all’interno 1 cucchiaino di balsamo con un buon Inci ( 5 g);
  2. Aggiungere 1 cucchiaino di Gel d’Aloe Vera (5 g) e 30 gocce di olio Coco Caprylate (1 g) e mescolate il tutto;
  3. Aggiungere poi le gocce di olio essenziale al Limone e Rosmarino e continuate ad amalgamare il tutto;
  4.  Infine un po’ per volta aggiungere i 90 g di acqua, mescolando di tanto in tanto;
  5. Inserire il tutto all’interno di un contenitore spray e utilizzate all’occorrenza.

Il termoprotettivo ottenuto, può essere conservato per circa 2 settimane, se invece lo si vuole conservare per tempi maggiori, sarà necessaria l’aggiunta di un conservante (16 gocce di cosgard)

Consigli ed eventuali sostituzioni

  1. Il balsamo, dovrà essere privo di siliconi;
  2. Il gel d’Aloe Vera può essere anche omesso dagli ingredienti anche se ha un ruolo molto importante perchè idrata, protegge e disciplina i capelli, anche in questo caso, è opportuno prediligere prodotti privi di silicone;
  3. L’olio Coco Caprylate, deriva dal cocco, è anticrespo e disciplinante può essere omesso, soprattutto se si hanno i capelli grassi o può essere sostituito da oli leggeri e non troppo densi come: Olio di Jojoba, Argan o Cocco. 
  4. Gli Oli essenziali di Rosmarino e Limone, possono essere sostituiti da altri oli (salvia, timo ecc)

 

 

Related posts

Rispondi