Carie, genitori e bambini: una vera e propria malattia spesso sottovalutata

Carie bambino e alimentazione

La carie dentaria, è una malattia degenerativa, infettiva e multifattoriale che colpisce indistintamente gli adulti e i bambini. Recenti studi della Sioi (Società Italiana per l’ Organizzazione Internazionale) hanno riscontrato un aumento del 15% di questa malattia in età infantile.

 

La carie, infatti, è una vera e propria patologia e le cause che la determinano sono numerosissime, le principali sono indubbiamente:

  • la familiarità;
  • la scarsa igiene orale;
  •  l’alimentazione.

 

Queste cause, svolgono un ruolo chiave, per questo  è necessario educare il bambino fin dai primi anni di vita ad una corretta e sana alimentazione, riducendo al minimo l’apporto di zuccheri (bevande zuccherate e dolci vari) soprattutto lontano dai pasti, evitando anche pappe notturne troppo dolci, prediligere invece i prodotti caseari ricchi di fosforo e caseina dal potere anti-carie, ma anche verdure a foglia verde, legumi, cavoli, agrumi, pomodori e cereali integrali che sono ricchi di calcio ed aiutarli a capire come si utilizza lo spazzolino per una corretta igiene orale, inoltre, intorno ai 2/3 anni per scopi preventivi è bene effettuare la prima visita dentistica.

Nel caso in cui i denti da latte siano cariati, è necessario recarsi nell’imminenza presso uno studio dentistico, e procedere all’estrazione del dentino, evitando l’otturazione, perchè trattandosi di denti da latte, risulterebbe inutile; la carie, purtroppo, non si limita agli strati superficiali del dente, ma è in grado di insidiarsi subdolamente negli strati più profondi, intaccando così le radici e le germinazioni dei denti permanenti.

Quindi cari genitori, cercate di non sottovalutare questo problema ed educate fin da subito i vostri piccoli.

Related posts

Rispondi