Tè: una bevanda calda dalle numerose proprietà benefiche

Il Tè, proprietà benefiche

L’arrivo dell’autunno e dei primi temporali, riscopre in noi la voglia di assaporare infusi e tisane; bevande calde, in grado di alleviare i primi malori ed i primi freddi autunnali. Per la preparazione di infusi si utilizzano esclusivamente i fiori e le foglie della pianta, per le tisane, invece, si utilizzano anche le parti legnose. Tra gli infusi caldi, c’è indubbiamente il , il suo gusto amaragnolo ma gradevole e le sue innumerevoli proprietà benefiche lo rendono la bevanda, dopo l’acqua, più conosciuta e diffusa al mondo, anche più del caffè (CLICCA QUI).

Il Tè, si ricava dalle foglie di una pianta legnosa detta Camelia Sinensis, è prodotto maggiormente in Cina, ma è coltivato anche in Bangladesh, India, Indonesia, Sri Lanka, Giappone, Kenya e in Italia, più precisamente in provincia di Lucca, dove è presente un piccolo impianto in sperimentazione; per poter essere venduto, le foglie devono essere raccolte e lasciate essiccare; la raccolta avviene tre volte all’anno nei mesi di Aprile, Giugno e Ottobre, mentre l’essiccazione e la lavorazione dipendono dal tipo di tè che si vuole commercializzare. Numerose sono le tipologie di tè, le più diffuse sono:

  1. Tè verde;
  2. Tè bianco;
  3. Tè rosso;
  4. Tè nero;
  5. Tè aromatizzati.

Proprietà nutritive

Dal punto di vista nutrizionale, 100 gr di tè forniscono 108 Kcal, ma considerato che, all’interno di una bustina sono presenti in media 2 gr di foglie, una tazza di tè senza aggiunta di zuccheri ha un valore calorico pari a 0 Kcal e non presenta colesterolo. Contiene inoltre: Caffeina, Sali Minerali ( Fosforo, Calcio, Ferro, Potassio e Sodio) e polifenoli.

Benefici

Il tè, è da sempre ritenuto sopratutto dai popoli asiatici una bevanda miracolosa, in effetti, racchiude in sè innumerevoli benefici:

  1. Contrasta l’azione dei radicali liberi (CLICCA QUI), i principali responsabili di cancro, malattie autoimmuni e cardiache, questo è possibile data la presenza di flavonoidi (catechine), che secondo studi recenti, sono in grado di ridurre l’incidenza sia di malattie coronariche sia di tumori allo stomaco e al fegato;
  2. Ha proprietà antimicrobiche, in grado di contrastare la formazione di carie e l’alitosi;
  3. Proprietà astringenti, i tannini in esso presenti sono utili a contrastare la diarrea;
  4. Contribuisce al mantenimento dell’equilibrio intestinale;
  5. E’ un ottimo antidepressivo, azione svolta dalla presenza di caffeina;
  6. Depura l’ organismo;
  7. Ha proprietà digestive.

Consigli, curiosità e Controindicazioni

Per bere un tè sano e per poter acquisire tutte le sostanze nutritive è consigliabile rispettare i tempi di posa, che in genere variano a seconda della varietà: da 1 minuto a 7 minuti, è inutile diminuire i tempi di posa pensando di poter ridurre la caffeina, perchè così facendo si riducono esclusivamente i principi attivi, è altresì inutile aumentarli, perchè tempi superiori andrebbero non solo a compromettere il gusto della bevanda rendendola amara, ma anche ad interferire negativamente sull’assorbimento del ferro. Come sempre è opportuno evitare gli eccessi, soprattutto per chi soffre di insonnia (in questo caso preferire tè deteinato) ed è affetto da nervosismo e disturbi gastrointestinali.

 

Related posts

Rispondi