Malattie cardiovascolari, l’importanza della massa corporea: i risultati

Massa corporea e malattie cardiovascolari

Le malattie cardiovascolari sono sempre più frequenti e secondo uno studio pubblicato sull’American Journal of Cardiology, la composizione corporea potrebbe essere un fattore importante e da valutare quando si parla della mortalità legata a queste malattie.

STUDIO – In sostanza le persona con una malattia cardiovascolare ma con una massa muscolare elevata potrebbero avere un rischio di mortalità rispetto ad individui con un altro tipo di composizione corporea. Lo studio è stato effettuato su 6.451 pazienti con una malattia cardiovascolare valutando, appunto, la composizione corporea e la mortalità. Come parametri si sono considerati:

  • la massa muscolare
  • la massa grassa
  • il Bmi (body mass index).

I pazienti sono stati classificati in 4 gruppi:

  1. massa muscolare e grassa scarsa
  2. massa muscolare scarsa e grassa alta
  3. massa muscolare alta e grassa scarsa
  4. massa muscolare e grassa alta

RISULTATI – I risultati hanno evidenziato come gli individui con più massa muscolare, più massa magra e Bmi maggiore avevano una mortalità totale e cardiovascolare inferiore, mentre quelli con più massa muscolare e meno massa grassa avevano il rischio di mortalità più basso di tutti gli altri.

In conclusione gli autori hanno evidenziato come sia molto importante tenere in considerazione la composizione corporea quando si valutano i rischi delle malattie cardiovascolari.

Fonte: Srikanthan, Preethi, Tamara B. Horwich, and Chi Hong Tseng. “Relation of Muscle Mass and Fat Mass to Cardiovascular Disease Mortality.” The American journal of cardiology 117.8 (2016): 1355-1360.

Related posts

Rispondi