Patate, tra benefici e controindicazioni ecco quando consumarle e quando evitarle

Patata proprietà nutrizionali benefici

La patata, Solanum tuberosum, è un tubero commestibile di origine americana, appartenente alla famiglia delle Solanaceae. Quando arrivò in Europa, nei primi tempi fu molto temuta perchè appartenendo alla famiglia delle Solanaceae fu associata ad una pianta velenosa nota con il nome di belladonna, quando invece arrivò in Italia, agli inizi del 1800, divenne subito un alimento fondamentale nelle nostre tavole, estremamente versatile è utilizzata in preparazioni sia dolci che salate.

Esistono moltissime varietà di patate: Novelle, a pasta Gialla, a pasta Bianca, a pasta Viola e patate a pasta Gialla e Rossa, e ognuna ha un utilizzo specifico in cucina.

  • la patata Novella o anche patata “fresca” è chiamata in questo modo perchè a differenza delle altre patate, che possono essere conservate e quindi reperibili in qualsiasi periodo dell’anno, queste, vengono raccolte soltanto in un determinato periodo, da fine estate fino ad ottobre, vengono estratte ancora acerbe per poi essere vendute; sono più compatte rispetto alle altre varietà, non si sfaldano in cottura e sono le più indicate come contorno per arrosti.
  • la patata a pasta Gialla, ha  una pasta compatta e un colore più intenso, tale intensità è data dal maggior quantitativo di betacarotene, è ideale per fritture e per una cotture al forno ma possono essere utilizzate anche per la preparazione di insalate fredde.
  • la patata a pasta Viola, ha origine peruviana, si presenta con una buccia esterna molto spessa e una pasta interna dal colore viola e dalla consistenza appiccosa, è difficilmente reperibile e più costosa.
  • patate a pasta Gialla e Rossa, più precisamente buccia rossa e pasta gialla, presenta caratteristiche molto simili alla patata a pasta gialla, si consiglia il consumo anche della buccia perchè ricca di sostanze nutritive, in cucina è ideale farla bollita in quanto riesce a mantenere la sua compattezza ed è ricca di sapore.
  • patata a pasta Bianca, è molto farinosa e ricca di amido, è ideale per purè, crocchette e gnocchi.

Nutrizionalmente

100 gr di patate forniscono dalle 70- 85 Kcal, è ricca di amido e fibre ma sono presenti anche vitamine del gruppo B, vitamina C, potassio, fosforo, ferro, rame,magnesio e cromo; è priva di glutine e colesterolo. Molto spesso vengono erroneamente escluse dalle diete a basso indice glicemico, perchè colpevoli di contenere molti zuccheri, ma possono essere consumate anche dai soggetti diabetici, l’importante è sempre non eccedere nelle quantità e non consumare durante lo stesso pasto due o più fonti di carboidrati complessi.

Benefici:

  1. Favoriscono la formazione e l’ espulsione di feci, quindi utili per le emorroidi;
  2. Proteggono la mucosa gastrica, quindi utili in casi di gastriti, ulcere e coliti;
  3. Utili per combattere i calcoli renali, grazie alla presenza di magnesio;
  4. Combattono l’ipertensione, grazie alla presenza di antiossidanti;
  5. Facili da digerire e da assimilare, perfette per bambini ed anziani;
  6. Mantengono attive le funzionalità celebrali, e sono un ottimo anti-depressivo;
  7. Utili, crude e posizionate sulle parti, per lenire rossori, eritemi e punture d’insetti;
  8. Se masticate, svolgono un’azione utile per combattere la nausea nelle donne in gravidanza, ma attenzione a non eccedere nel consumo.

Ovviamente per non trasformare i benefici della patata in malefici è bene prediligere con qualche sporadica eccezione una cottura salutare riducendo al minino la frittura e condimenti vari, ricchi di calorie. E’ opportuno, conservarle al buio e dentro un sacchetto di carta e mi raccomando, non posizionatele mai accanto alle cipolle, perchè ne favoriscono il germogliamento, la presenza di germogli inoltre, indica la presenza di solanina, un veleno naturale presente anche nella melanzana.

Related posts

Rispondi