Pera: proprietà nutrizionali, benefici, controindicazioni e usi vari

Pera: proprietà nutrizionali, calorie e benefici

La pera, è il frutto della pianta del pero (Pyrus) appartenente alla famiglia delle Rosaceae. L’albero del pero è originario dell’Asia Occidentale, ma coltivato e presente anche in Cina, Italia (in particolar modo nelle regioni del nord), Germania, Spagna e Francia. La pera, in realtà come la mela, essendo un pomo, è un falso frutto; è un frutto tipicamente autunnale anche è presente quasi tutto l’anno ad esclusione di maggio e giugno e matura nel periodo compreso tra giugno e settembre. Esistono circa 400 varietà differenti di pere, ma quelle più note sono: la William, la William rossa, la Decana, l’ Abate, la Kaiser e molte altre, tutte queste specie, si distinguono tra loro per: il colore della buccia e per la consistenza e gusto della polpa.

Nutrizionalmente 100 gr di pere fresche e senza buccia apportano circa 35 Kcal, è un frutto ipocalorico, può essere consumato sia come spuntino che dopo i pasti principali e il suo elevato contenuto di fruttosio fornisce energia immediata, mentre la fibra solubile aumenta il senso di sazietà, è un frutto ricco di sostante nutritive, non contiene glutine ma attenzione ai soggetti affetti da allergia al nichel, perchè questo metallo, pur essendo presente in piccole quantità, potrebbe non essere non tollerato.

Si compone di:

– 87,4 %  di Acqua;

– 0,3 % di Proteine;

– 8,8 % di Zuccheri;

– 3,8 % di Fibra;

– 0,1 % di Grassi;

contiene inoltre:

vitamine A, B1, B2, B3, B5 , B6, Vit. C, E, K e J. Proteine 0,3 g, Magnesio, selenio, potassio, sodio, fosforo, calcio, ferro, boro, rame e zinco ed è ricca di antiossidanti e amminoacidi.

Benefici delle Pere:

  1. Antitumorali e Antiossidanti grazie all’azione di: vit C e A, flavonoidi come beta-carotene, luteina, zeaxantina e glutatione un potente antiossidante; sono in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi, i principali responsabili di tumori, ictus e malattie cardiovascolari;
  2. Particolarmente indicate nelle diete Iposodiche, grazie all’elevato quantitativo di potassio, che favorisce la diuresi, controlla la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna;
  3. Proteggono lo stomaco dal rischio di contrarre il cancro grazie alla presenza di fitonutrienti, contenuti maggiormente all’interno della buccia, colon per la presenza di lignina e esofago. Quantità eccessive di acidi biliari, presenti in soggetti, con problematiche a livello intestinale, aumentano la probabilità di contrarre il cancro, la fibra, presente nella pera, svolge in questi casi un ruolo fondamentale, si lega all’ acido biliare, mostrandosi così come un potenziale antitumorale;
  4. Riducono il colesterolo, la pectina, una fibra solubile, presente particolarmente all’interno della buccia della pera, una volta ingerita, si lega al colesterolo cattivo facilitandone l’espulsione e l’evacuazione attraverso le feci;
  5. Aiutano a controllare i livelli di glicemia nel sangue, le pere, hanno IG basso e grazie alla presenza di fibra e levulosio, che consente l’eliminazione degli zuccheri in eccesso le rende un frutto adatto anche a soggetti affetti da diabete;
  6. Prevengono l’osteoporosi; contengono vit K, sono ricche di calcio e contengono boro, che ha la capacità di trattenere il calcio nell’organismo;
  7. La presenza di boro, le rende un ottimo alleato per il cervello, migliorando la memoria e favorendo la prontezza di riflessi;
  8. Valido aiuto per le diete ipocaloriche, infatti, è un frutto poco calorico e l’elevato quantitativo di fibre le rende altamente sazianti;
  9. Sono utili in gravidanza; perchè ricche di acido folico, sostanza fondamentale per la prevenzione delle malformazioni del feto, inoltre, favorisce l’espulsione dall’ organismo di acido urico uno dei principale responsabile della gotta;
  10. Stimolano la digestione;
  11. Stimolano l’attività del sistema immunitario;
  12. Contribuiscono al mantenimento dell’elasticità cutanea, riducendo la formazione delle rughe e delle macchie dell’età e non solo, contribuiscono anche alla riduzione della perdita di capelli.

Usi e consigli per l’acquisto

E’ un frutto molto versatile, utilizzato nelle industrie alimentari per la preparazione di confetture e succhi di frutta, ma anche in ambito cosmetico per la cura del corpo e del viso attraverso la preparazione di maschere di bellezza.

Al momento dell’acquisto è bene scegliere pere non ancora mature, dal colore verde-giallo e dalla polpa compatta, conservarle in frigo e se si vuole velocizzare la maturazione, un piccolo trucco, sarà quello di lasciarle a temperatura ambiente, all’interno di un sacchetto di carta. Per capire se la pera è giunta alla giusta maturazione, basterà comprimere leggermente la parte vicino al picciolo e se al tatto risulterà cedevole, vorrà dire che sarà pronta per essere consumata.

Related posts

Rispondi