Zafferano: proprietà, benefici e controindicazioni

Zafferano: proprietà, benefici e controindicazioni

Lo Zafferano Crocus sativus, appartiene alla famiglia delle Iridaceae è una spezia molto nota e pregiata che si ricava a partire dagli stigmi dal colore rosso-arancio e dagli steli del fiore, che vengono raccolti, essiccati e ridotti in polvere. Ha origine in Asia Minore e Grecia, ed oggi la sua coltivazione si è molto diffusa nel mediterraneo anche se i maggiori produttori sono gli Iraniani, che detengono una produzione che rappresenta il 90% di quella mondiale. La pianta dello zafferano, preferisce generalmente climi miti, ma tollera anche climi freddi, fino a -10 °C e più piovosi, ma è necessario evitare il ristagno di acqua che potrebbe essere letale per il suo sviluppo, preferendo così per la coltivazione terreni in pendenza, sabbiosi e maggiormente permeabili. Rientra tra le spezie più costose al mondo, questo perchè per produrne 1 kg, occorrono non solo circa 200.000 mila fiori ma anche 500 ore di manodopera. Il colore giallo acceso della spezia è dovuto alla presenza di un pigmento carotenoide detto crocina (flavonoide), mentre il profumo simile a quello del fieno è dato da picrocrocina e da un’olio essenziale: il safranale.

Nutrizionalmente

100 gr di questa polvere gialla forniscono circa 310 Kcal, ma dato il pochissimo utilizzo in cucina, il valore calorico è ampiamente trascurabile; contiene inoltre minerali quali: calcio, fosforo, sodio, potassio, ferro, magnesio e manganese, rame, zinco e selenio;  vitamine: A, B1, B2, B3, B6, e C ma anche beta-carotene e alfa-carotene e carotenoidi come il licopene e la zeaxantina.

Proprietà benefiche, terapeutiche e controindicazioni

Oltre al suo normale e più noto utilizzo in gastronomia, questa spezia un tempo veniva utilizzata in ambito terapeutico; purtroppo però, a causa della  sua tossicità il suo utilizzo in tale ambito non è approvato, può avere effetti indesiderati: vertigini, riduzione di piastrine, torpore (non superare mai la dose 1,5/ 2 g al giorno) e in alcuni casi può essere anche mortale, infatti, veniva utilizzata come rimedio naturale abortivo, per questo la sua assunzione è sconsigliata a donne incinte e in fase di allattamento. La varietà di zafferano con maggiore tossicità è quella “selvatica”, perchè ricca di colchicina, una sostanza in grado di indurre ad emorragie spontanee.

Nonostante tutte queste controindicazioni, sono numerosi gli studi atti ad individuare le proprietà di questa spezia; secondo alcune ricerche avrebbe:

Proprietà digestive;

Proprietà antiossidanti: dati dalla presenza di carotenoidi;

Proprietà antidepressive, antistress ed antiansia: sarebbe in grado di agire positivamente sull’umore;

– Secondo alcuni studi scientifici, l’estratto acquoso di zafferano risulterebbe utile per combattere il morbo di Parkinson, a tal proposito, sono necessari altri studi scientifici;

Proprietà dimagranti: riduce il senso di fame inducendo alla sazietà;

– Utile per combattere i disturbi respiratori, dolori mestruali, ulcere e crampi addominali;

Combatte gli stati infiammatori e le patologie che colpiscono i denti e le gengive.

Proprietà ipotensive: perchè contengono acido oleico e linoleico in grado di controllare la pressione arteriosa

Rimedi naturali per combattere:

Insonnia ed ansia (tisana)

Ingredienti

– 1 l di acqua

– 2 g di zafferano (2 bustine)

– 6 g di passiflora

– 3 g  di melissa

– 6 g di valeriana

Procedimento

  1. Prendere l’acqua e portare a bollore;
  2. Spegne il fuoco e inserire all’interno tutti gli ingredienti;
  3. Lasciare il tutto in infusione per 10 minuti;
  4. Filtrare il composto, dolcificare a piacere e bere la tisana calda, prima di andare a dormire.

 I dolori mestruali (decotto)

Ingredienti

– 3 g di zafferano ( 3 bustine);

– 1 l di acqua

Procedimento

  1. Prendere l’acqua e portarla ad ebollizione;
  2. Ad ebollizione raggiunta aggiungere lo zafferano e lasciare bollire il tutto per altri 10 minuti;
  3. Filtrare il composto e bere di volta in volta lontano dai pasti una tazzina (per un max di 4 tazzine al giorno)

Ansia e per digerire (bevanda allo zafferano)

Ingredienti

– 1 pizzico di zafferano;

– 250 ml di acqua;

– 1 cucchiaino di miele.

Procedimento

  1. Portare ad ebollizione l’acqua con lo zafferano;
  2. Ad ebollizione raggiunta, spegnere il fuoco e lasciare riposare il tutto per circa 10 minuti;
  3. Dolcificare con miele e bere il tutto.

Consigli Utili

Lo zafferano, si può acquistare direttamente al supermercato in polvere in bustine o in fili, noi vi consigliamo sempre l’acquisto di un prodotto biologico e di origini Italiane che deve essere privo di grumi e quindi di umidità e dal colore uniforme. E’ una spezia costosa, quindi diffidate sempre l’acquisto di prodotti troppo economici o dai colori troppo accesi perchè il cartamo, è molto simile allo zafferano però al suo interno contiene coloranti. Conservatelo sempre al buio in un contenitore al chiuso e lontano da fonti umide.

 

 

 

 

Related posts

Rispondi